AQUAM ENTRA A FAR PARTE DI GESTIAMO, LA CONFINDUSTRIA DELL’ACQUA.

Ritrovare continuamente stimoli ed entusiasmo in un momento come questo. 

Il centro sportivo Aquam di Oleggio entra a far parte ufficialmente di GESTIAMO, la Confindustria dell’acqua.  GESTIAMO è l’associazione delle imprese che operano nella gestione di impianti acquatici e wellness ad uso pubblico, con oltre 350 impianti gestiti sul territorio nazionale; è il movimento che centralizza la figura del gestore, come il primo attore della filiera degli impianti sportivi acquatici e wellness.

In un periodo ancora determinato dall’incertezza, in cui è difficile prevedere i tempi e i modi di ritorno alla normalità, emerge la forte volontà degli operatori del settore di creare un movimento in grado di unire le imprese di gestione a tutti i livelli: dalle grandi realtà consolidate alle gestioni singole, molto diffuse sul territorio nazionale. GESTIAMO è la risposta, grazie al suo impegno ad agire affinché le imprese di gestione possano continuare, una volta riaperti i centri acquatici e wellness, a tutelare la salute delle persone, anche mediante provvedimenti strutturali a supporto del nostro settore, fortemente colpito dall’emergenza Covid19. 

Il centro sportivo Aquam, che nei suoi interventi e nella sua organizzazione rispecchia totalmente il manifesto dell’associazione, diventa così un nuovo compagno di squadra di un gruppo che vuole continuare a crescere. In GESTIAMO Aquam trova, grazie anche agli altri componenti, la spinta giusta per essere in costante evoluzione senza mai perdere di vista la professionalità e l’attenzione nei confronti dell’utente. In particolare pensiamo che sia ormai giunto il momento di mettere al primo posto il concetto di Salute e Prevenzione come priorità per una società migliore.  

«Stiamo lavorando per dare forma ad una nuova Aquam, un centro sportivo che basi il proprio focus su Salute e prevenzione come priorità nei confronti dei propri utenti. Siamo certi che essere parte di un gruppo come GESTIAMO possa essere l’arma vincente – dicono dal centro – per un confronto più autorevole con le istituzioni e per riuscire ad erogare un servizio di più alta qualità. Il confronto continuo con i gestori dei più importanti centri acquatici Nazionali può solo aumentare le nostre conoscenze e migliorare l’erogazione dei servizi».

IL MANIFESTO DI GESTIAMO

•          Il modello di riferimento è il «Piano d’azione globale 2018 – 2030» dell’OMS per diminuire del 15% l’inattività fisica entro il 2030.

•          La Salute e la prevenzione come priorità, gli impianti acquatici come strumento di attivazione, laddove la ricerca del benessere e un nuovo equilibrio psico-fisico sono i fondamentali per una corretta gestione delle piscine ad uso pubblico.

•          Rispetto per l’ambiente e responsabilità sociale, anche mediante la promozione di progetti e iniziative rivolte alla sostenibilità, al risparmio idrico e all’efficientamento energetico negli impianti acquatici.

•          La pratica sportiva come catalizzatore per eventi e iniziative di intrattenimento, al fine di contribuire concretamente alla ripresa del settore turistico, anch’esso gravemente colpito dalla pandemia,

•          La creazione di una nuova aggregazione nazionale con tutti gli attori della filiera di imprese del settore piscine residenziali e pubbliche: gestori, produttori e costruttori, per la prima volta uniti, laddove Gestiamo agisce in collaborazione con Assopiscine e Federlegno Arredo Confindustria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *